Articolo 1

(Denominazione e Simbolo)

 

La denominazione dell'Associazione è

"VOX ITALIA".

Costituisce Simbolo della stessa quello dettagliatamente descritto all’articolo 11) dell’atto costitutivo e ad esso allegato sotto la lettera "B".

Può, di volta in volta, essere stabilito che il medesimo sia integrato, a seconda dell’utilizzo, su proposta dell’Ufficio di Presidenza, mediante aggiunta di simboli, nomi o diciture all’interno di esso, senza tuttavia che la nuova parte aggiunta venga per questo a costituire permanentemente parte del Simbolo stesso.

Articolo 2

(Finalità Associative)

“VOX ITALIA” è un Movimento che ha il fine di attuare un programma politico che, sulla base dei principi di libertà, democrazia, giustizia, solidarietà sociale, merito e progressività fiscale, intende perseguire un modello di società più giusto, riparando le distorsioni provocate dal neo-liberismo globalista e dai suoi bracci operativi in Europa, individuati nella UE e nella moneta unica, che ha generato e sta generando povertà diffusa, diseguaglianze sociali e supremazia dei poteri finanziari ed economici apolidi su quelli politici e rappresentativi nazionali, svuotando - di fatto - il principio di sovranità popolare sancito dalla Costituzione.

Il Movimento “VOX ITALIA” promuove, nel rispetto dell'indipendenza e dell'unità nazionale, la pacifica convivenza fra popoli, stati, etnie e confessioni religiose.

Il Movimento svolge il proprio programma attraverso l'azione politica dei suoi aderenti, dei suoi sostenitori e simpatizzanti e di tutti coloro che si riconoscono nei valori fondativi del partito, che si ispira al manifesto politico che trovasi allegato all'atto costitutivo sotto la lettera "A".

“VOX ITALIA” parteciperà con propri candidati e proprie liste - anche eventualmente collegate o in accordo con altre formazioni politiche che condividono medesime idee ed uguali valori e programmi politici - alle consultazioni elettorali che  si  terranno per il rinnovo del Parlamento nazionale, per l'elezione dei Presidenti delle Regioni e per il rinnovo dei Consigli regionali, per l'elezione dei Presidenti delle Provincie e per il rinnovo dei Consigli provinciali, nonchè per l'elezione dei Sindaci e per il rinnovo dei Consigli comunali, per l'elezione dei componenti italiani al Parlamento europeo, oltre che per l'elezione dei componenti di ogni altro consesso politico o amministrativo di cui è previsto il rinnovo elettivo.

L'Associazione ha, infine, come ulteriore precipuo scopo quello della partecipazione all'attività politica e istituzionale, in ogni sede politica e in ogni sede istituzionale, attraverso l'attività dei Gruppi che, conformemente a quanto previsto nei relativi regolamenti, essa forma tra coloro che già sono eletti nella sede parlamentare nazionale e in ogni altra sede istituzionale, ovvero tra coloro che lo saranno in futuro.

Articolo 3

(Sede Associativa)

L’Associazione ha sede legale in Brugherio, Viale Lombardia n.233, presso lo studio associato “Avarello-Balconi”.

Compete all’Ufficio di Presidenza, sentita la Direzione Nazionale, il potere di trasferire la stessa in altra città, nonché di istituire sedi secondarie o uffici operativi in Italia e all’Estero.

Articolo 4

(Aderenti)

Aderiscono a “VOX ITALIA” i fondatori comparenti all’atto costitutivo che compongono l’Ufficio di Presidenza, i componenti della Direzione Nazionale, il Tesoriere e il Vice Tesoriere e i componenti del Comitato Etico o collegio dei Probiviri e chiunque dovesse fare richiesta di iscrizione previa accettazione da parte dell’Ufficio di Presidenza, sentito il parere consultivo della Direzione Nazionale

Partecipano infine al Movimento, secondo modalità definite dall’Ufficio di Presidenza coloro che riterranno di riconoscersi nei suoi valori fondanti, anche come esemplificati all’articolo 2) che precede, e che ne condivideranno i programmi elettorali e di funzionamento di volta in volta elaborati e condivisi.

Costituisce dovere degli aderenti all’Associazione il rispetto del presente Statuto e di ogni altra decisione assunta in conformità ad esso, all’atto costitutivo e a qualsiasi altro accordo stipulato per il funzionamento del Movimento e per l’attuazione dei suoi scopi e delle sue finalità, ivi aggiunti gli eventuali accordi da questo stipulati con altri movimenti o formazioni politiche o altri terzi. Il mancato rispetto dei doveri fra gli aderenti può costituire ragione di estromissione dal Movimento, deliberata dall’Ufficio di Presidenza, sentita la Direzione Nazionale, all’esito dell’istruttoria del Comitato Etico o Collegio dei Probiviri.

Articolo 5

(Organi Associativi)

Sono organi dell’Associazione:

- L’Ufficio di Presidenza;

- la Direzione Nazionale;

- l’Assemblea costituente;

- Il Comitato Etico o Collegio dei Probiviri;

- Eventuali cariche onorifiche.

Articolo 6

(l’Ufficio di Presidenza e la Direzione Nazionale)

In via transitoria e sino a quando l’Assemblea di cui all’articolo 9) non avrà approvato il definitivo Statuto pure comprendente l’indicazione degli organi di direzione, di funzionamento e di amministrazione del Movimento, e le relative modalità di elezione e di nomina, il Movimento “VOX ITALIA” sarà retto dall’Ufficio di Presidenza, composto dai comparenti dell'atto costitutivo, cui spetta la direzione del Movimento politico.

L’Ufficio di Presidenza, come formato a norma dell’articolo 3) dell’atto costitutivo, ha facoltà di nominare uno o più Relatori che procederanno ad elaborare e redigere la proposta di Statuto da sottoporre alla Direzione Nazionale, con facoltà di ciascun componente dello stesso di proporre emendamenti nel termine che sarà fissato. La proposta di Statuto risulterà approvata col voto favorevole della maggioranza dei componenti della Direzione Nazionale in prima convocazione ovvero con la maggioranza dei presenti in seconda convocazione.

L’Ufficio di Presidenza sottoporrà quindi la proposta, nel testo approvato, all’esame dell’Assemblea che provvederà a convocare anche via email perché la stessa sia tenuta non oltre il 31 dicembre 2020.

Lo Statuto proposto risulterà definitivamente adottato, ove consegua il voto favorevole della metà dei partecipanti all’Assemblea.

Alla Direzione Nazionale compete altresì il compito di elaborare il programma politico del Movimento in linea con il manifesto politico del Movimento stesso che si richiama alle idee del filosofo Diego Fusaro ed al manifesto dell’associazione culturale Interesse Nazionale.

L’Ufficio di Presidenza, la Direzione Nazionale, l’Assemblea costituente, il Tesoriere e il Vice Tesoriere durano in carica sino alla data che sarà stabilita nel corso dell’Assemblea di cui sopra.

La Direzione Nazionale provvede agli adempimenti occorrenti per procedere alla nomina e all’elezione dei previsti organi statutari, centrali e periferici, oltre che per ogni altro adempimento che sarà ad esso assegnato in tale sede.

Lo Statuto definitivo del Movimento e ogni altra regola associativa e di funzionamento dello stesso sono redatti in conformità ai principi e alle disposizioni contenute nella Legge 6 luglio 2012 n. 96 e successive modifiche ed integrazioni in materia (fra altro) di garanzia di trasparenza dei rendiconti e saranno informati ai principi democratici nella vita interna, con particolare riguardo alla scelta dei candidati, al rispetto delle minoranze e ai diritti degli iscritti, così come espressamente prescritto nell’articolo 5) della legge citata e sue successive modifiche ed integrazioni.

L’Ufficio di Presidenza e la Direzione Nazionale hanno facoltà di delegare, ad uno o più dei loro componenti, o anche a persone loro estranee, specifici compiti o assegnare funzioni, da eseguirsi disgiuntamente o congiuntamente, in materie determinate di rispettiva competenza, attribuendo i relativi occorrenti poteri.

Articolo 7

(Tesorieri)

Il Tesoriere e il Vice Tesoriere svolgono le funzioni ad essi attribuite dall’atto costitutivo. Al Tesoriere compete la rappresentanza legale del Movimento, con le connesse attribuzioni e i connessi oneri.

Il Tesoriere, o in mancanza il Vice Tesoriere, può istituire o assegnare deleghe anche a terzi per lo svolgimento di singole operazioni o di gruppi di esse. 

Articolo 8

(Rappresentanti legali)

La rappresentanza del Movimento ai sensi dell’articolo 36) e seguenti del Codice Civile, di fronte ai terzi ed in giudizio, spetta al Tesoriere.

Ai soli fini di cui al II comma dell’art. 36 C.C., il Movimento potrà stare in giudizio nella persona del Tesoriere o del vice tesoriere se gli viene conferita delega all’unanimità da parte dell’Ufficio di Presidenza.

E’ di specifica competenza dei Rappresentanti Legali del Movimento, ovvero di persone dai medesimi delegate, la presentazione delle candidature e dei contrassegni elettorali.

Fatto salvo quanto previsto nell’atto costitutivo, i Rappresentanti Legali sono nominati dall’Ufficio di Presidenza con voto unanime e possono essere revocati e sostituiti in ogni tempo con le stesse modalità.

E’ di specifica competenza dei Legali Rappresentanti dell’Associazione la presentazione ai Presidenti della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica della richiesta ai sensi dell’art.1) comma 2 della Legge 3 giugno 1999 n. 157, e successive modifiche ed integrazioni, di poter usufruire dei rimborsi ivi previsti, oltreché, ancora, la riscossione dei medesimi e di ogni altro contributo pubblico dovuto per legge.

Tesoriere e Vice Tesoriere partecipano, senza diritto di voto - salvo che tale diritto non gli venga conferito dalla loro qualità di componenti nell’Ufficio di Presidenza o la Direzione Nazionale - ai lavori della Direzione Nazionale.

Articolo 9

(Assemblea costituente)

L’Assemblea costituente è composta, in via provvisoria e sino all’approvazione dello Statuto definitivo, da tutti gli aderenti al Movimento presenti e tesserati alla data di presentazione ufficiale del Movimento, svoltasi il 14 settembre 2019.

L’Assemblea si riunisce per iniziativa assunta a maggioranza dai suoi componenti ovvero se convocata, anche tramite email, dall’Ufficio di Presidenza o dalla Direzione Nazionale anche a seguito di sollecitazione da parte di un quinto dei suoi componenti.

L’Assemblea svolge le funzioni e ha le competenze e prerogative stabilite nel presente Statuto. Ai suoi lavori partecipano i componenti dell’Ufficio di Presidenza che li coordinano, i componenti della Direzione Nazionale, il Tesoriere e il Vice Tesoriere.

Articolo 10

(Patrimonio di funzionamento e rendiconto)

L’Associazione non ha fine di lucro e dispone di un patrimonio da cui si attinge per le spese connesse al suo funzionamento.

Il patrimonio iniziale è costituito dalle somme e dai beni conferiti dai fondatori, dai membri della Direzione Nazionale e da coloro che abbiano voluto sostenere il progetto associativo fin dal suo avviamento, iscrivendosi e/o versando contributi liberi.

L’Ufficio di Presidenza, di concerto con la Direzione Nazionale, stabilisce le modalità di eventuale accrescimento del patrimonio.

Ogni anno, nei termini prescritti dalle vigenti disposizioni normative in materia, è redatto a cura dei Tesorieri, che potranno avvalersi di soggetti abilitati, un rendiconto economico dell’esercizio con le modalità previste nell’articolo 8) della Legge 2 gennaio 1997 n. 2 come modificato dall’articolo 9) comma 23 della Legge 6 luglio 2012 n. 96 e successive modifiche ed integrazioni.

Il rendiconto, nel termine dei successivi novanta giorni, è sottoposto per la relativa approvazione, previe verifiche da parte di Società di Revisione, ai sensi dell’articolo 9) comma 1 della legge 6 luglio 2012 n. 96, e successive modifiche ed integrazioni, all’organo che risulterà all’uopo individuato nello Statuto definitivo.

Articolo 11

(Durata)

La durata dell’Associazione è a tempo indeterminato.

L’Associazione può essere sciolta, durante il primo periodo del suo funzionamento, per decisione unanime dei componenti dell’ufficio di Presidenza.

Successivamente può essere sciolta per volontà degli aderenti con decisione assunta dalla maggioranza dei quattro quinti degli stessi, ovvero con quella diversa maggioranza, secondo le procedure stabilite dallo Statuto definitivo. Dalla decisione di scioglimento discende l’interruzione anche immediata dell’azione politica comune e resta comunque fermo l’obbligo di dare luogo a tutto quanto successivamente occorrente per il compiuto esaurimento di ogni attività di carattere amministrativo e contabile.

Compete all’Ufficio di Presidenza e al soggetto che sarà successivamente statutariamente individuato la capacità di agire nei confronti di eventuali terzi, con ogni forma e in ogni sede, anche in giudizio, sia in via ordinaria sia in via cautelare o d’urgenza, per la tutela della Denominazione e del Simbolo in ogni sua parte.

Articolo 12

(Modifica dello Statuto)

Le norme del presente Statuto provvisorio possono essere modificate in qualsiasi tempo con decisione unanime dei componenti dell’Ufficio di Presidenza da ratificarsi, con voto a maggioranza dei presenti, entro i successivi sessanta giorni dalla Direzione Nazionale, all’uopo contestualmente convocata.

Articolo 13

(Rinvio)

Per quanto non previsto dal presente Statuto, e all’occorrenza, si osservano le norme del Codice Civile, delle specifiche disposizioni di legge in materia di funzionamento e di sostegno ai Partiti, ai movimenti e alle formazioni politiche, oltre che, in quanto applicabili e principalmente, le norme dei Regolamenti del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati.

Per allegazione.

Trezzo sull'Adda, 2 ottobre 2019

F.to Francesco Toscano, f.to Giuseppe Sottile, f.to Marco Pipino, f.to Gianluca Gonzales Notaio

----------------------------

Copia conforme all'originale esistente nei miei atti.

Carate Brianza, 9 ottobre 2019

fogli manifesto verticale

VOX ITALIA

Sede legale - Viale Lombardia 233

Cap. 20047 - Brugherio (MB)

C.F. 94641510154

 

Accesso

© VOXITALIA. All Rights Reserved. Designed By Galasystem

Search